NAC – Le Isole della Felicità di Nevia Rasa

In occasione della prossima edizione della manifestazione NAC – Novegro Arte Contemporanea, che si svolgerà dal 13 al 15 dicembre 2019 in contemporanea con il BROC, l’artista Nevia Rasa espone le “Isole della Felicità“.

Nel contesto di un cambiamento climatico globale che sta sconvolgendo
in molte occasioni l’Italia e il pianeta, l’artista invita a riflettere su
quanto accade con la presentazione al pubblico milanese delle sue colorate
e metafisiche “Isole della Felicità” arrivate, a noi, fluttuando dallo
spazio infinito tra pianeti e galassie.

“OSARE PER ESSERE ” – Tecnica: impianto costruttivo con tela su base lignea/acrilico con materiale sintetico ed inerte / affresco con pigmenti – la frase incisa a fresco è: “Osare vivere è il senso della vita “/misura: 88 x 115 x 10.

Opere che portano i visitatori a sognare e desiderare questo nostro mondo migliore, felice e sereno, forte dei valori fondamentali di rispetto del pianeta e della vita stessa.

Nevia Rasa è bellunese di nascita e rodigina di adozione. Nelle sue vorticose opere quasi scultoree, “le Isole della Felicità”, cariche di colore, materie e superfici viene manifestata la sua profonda gioia di donna e artista che da qualche anno è entrata in una nuova dimensione della sua vita e creatività. Le sue opere sono coerenti e in continuità con i suoi temi di sempre che la inquietano e la muovono segnando però un ulteriore passo della sua maturazione artistica. Lei plasma e trasforma i materiali come la sabbia, il vetro, l’intonaco, il legno e quant’altro nell’intenzione di offrire all’osservatore un passaggio per queste isole felici che però riflettono le altezze siderali di assunti metafisici esistenziali.” (Roy Benas)

La mostra di Nevia Rasa al Parco Esposizioni Novegro è a cura dello Studio Archeo900 di Ferrara che organizza da molti anni mostre ed eventi culturali in tutto il mondo di arte moderna e contemporanea e sul design italiano, collaborando in particolare modo con IIC e MAE e altre istituzioni italiane nel mondo.

NOTA


Una quota importante del ricavato della vendita delle opere in mostra durante la manifestazione sarà dall’artista donata al Comune di Portro Tolle (Rovigo) e ai pescatori delle sacche di Scardovari che nella notte del 12 novembre hanno visto distrutte quaranta delle loro postazioni di pesca (cavane) e molte barche affondate dal forte vento, dall’alta marea e da onde imponenti che hanno colpito il Delta del Po creando ingenti danni al territorio.